Palle di Ranieri (polpette al cavolo nero)

Per l’impastoPer la salsa

Nel 1890 il pasticcere austriaco Paul Fürst volle rendere omaggio al genio di Wolfgang Amadeus Mozart dedicandogli un cioccolatino i cui ingredienti consistono principalmente in una palletta di marzapane e pistacchio ricoperta con crema di gianduia. Inizialmente portavano il nome di Mozart-Bonbon, ma per la forma vennero successivamente denominate Mozartkugel, Palle di

Costine alla Guinness

Innanzitutto, riscaldate il forno a una temperatura di 200°. Mentre scalda, tritate insieme l’aglio, il sedano e la carota per preparare la classica base per un soffritto, poi mettete il tutto in una casseruola antiaderente con dell’olio extravergine d’oliva. Quando avvertite che gli ingredienti iniziano a sfrigolare, spegnete e aspettate di inserire le costine che

Tuber magnatum

Vi sono differenti varietà di tartufo, dallo scorzone o tartufo estivo, (Tuber aestivum, vedere foto), a quello nero e via così, ma io vorrei soffermarmi sul tartufo bianco, il più prezioso. Tuber magnatum, per la precisione. Il più rinomato e gustoso arriva dall’area albese, in provincia di Cuneo, sebbene ce ne siano altre specie che

Olive piccanti

Ecco una di quelle ricette semplici ma dannatamente buone. Si tratta di olive piccanti con aceto e prezzemolo. Come potete vedere, negli ingredienti ho consigliato 2 peperoncini, ma a piacere potete anche renderle più cattive.
Niente di complicato, anche un principiante può realizzare questo piatto e accontentare i palati più allenati, dosando la giusta quantità di

Linguine scampi e porri

Per l’intingoloPer il pestoPer la decorazione

Se decidete di acquistare scampi ancora vivi, sbollentateli in acqua bollente non salata per pochi minuti. Altrimenti, sempre acquistati freschissimi, puliteli a crudo senza sbollentarli.
Mettetene due da parte (in base alla quantità di porzioni, valutate un numero di scampi sufficienti, ma sempre almeno due interi per ogni piatto.)
Per pulire gli

Risotto mirto, mirtilli e Barbaresco

Per il riso:
Per il brodo:

Non scervellatevi a capire il taglio giusto per il bollito di carne, basta dire al vostro macellaio di fiducia cosa dovete fare, e lui vi consiglierà il taglio giusto. Io utilizzo diversi parti, per comodità, come lo scamone e il muscolo. Se riuscite, fatevi anche dare un bell’osso di vitello, non